Star Trek: Voyager – S01E10, Fattori primari

voy_primefactorsFinalmente ecco un episodio davvero interessante! In questo Fattori primari (Prime factors) succede l’incredibile: un ammutinamento su un vascello della Federazione, una cosa mai vista prima (ma di cui si era parlato nell’ottimo The Pegasus, ultima stagione di The next generation)! In ogni caso, la puntata è slow burner, per così dire, nel senso che si arriva al nocciolo della questione molto tardi e quasi all’improvviso. Ma cominciamo dalla trama.

Nel suo eterno viaggio, la USS Voyager incontra i Sikarians, per una volta una razza di persone amichevoli che valutano il piacere sopra ogni cosa. Invitati sul pianeta natale Sikaris, i membri dell’equipaggio si divertono e si rilassano dimenticando per un attimo le loro disavventure. Ma rapidamente gli umori cambiano quando Kim scopre che i Sikarians hanno una tecnologia capace di teletrasportare a ben 40mila anni luce di distanza: questo potrebbe più che dimezzare il tempo necessario per tornare nel quadrante Alpha! Ma Janeway si scontra immediatamente contro un muro: i Sikarians hanno una regola molto simile alla Prima Direttiva della Federazione e non sono autorizzati a condividere la loro tecnologia con nessuno. Che fare? Il capitano non ha dubbi: le regole vanno rispettate e quindi non può che provare a fare un po’ di blanda pressione su Gath (Ronald Guttman) offrendo in cambio dell’uso della tecnologia una quantità sterminata di storie, una “merce” molto di valore su Sikaris. Gath finge interesse, ma ben presto è chiaro che non ha nessuna intenzione di valutare seriamente l’offerta di Janeway.

E qui la cosa si fa interessante: Torres, Seska (una bajoriana maquis con cui abbiamo familiarizzato sin dal primo episodio Dall’altra parte dell’universo interpretata da Martha Hackett) e Carey (lo ricordiamo per il suo conflitto con Torres in Riflessi nel ghiaccio) cominciano a studiare la tecnologia sikariana, specialmente quando Kim rivela loro che un Sikarian diverso da Gath gli ha offerto di fare lo scambio che Gath non vuole accettare. E quando Janeway delusa ordina di lasciare l’orbita del pianeta con un nulla di fatto… beh, i cospiratori tentano il tutto per tutto e ottengono la tecnologia. Con il twist addizionale che vengono scoperti da Tuvok che, invece di consegnarli al capitano, li aiuta! In effetti, era la cosa logica da fare… però esige che Torres e compagnia non usino il dispositivo finché lui non abbia avuto la possibilità di parlarne con Janeway. Ma quando la Torres e Seska scoprono che lontano da Sikaris il dispositivo sarebbe inutile (inserire tecnobaggianata qui), ci provano: lo attivano e… il tentativo quasi distrugge la Voyager!

Il finale è di una forza dirompente, con la Janeway furiosa (nonostante tutti gli sforzi della Mulgrew di non far trasparire nessuna emozione: avrebbero dovuto farle interpretare una vulcaniana!) contro Torres e Tuvok che ammette la sua responsabilità nell’accaduto. La sigla di chiusura coglie Janeway in stato di shock in un silenzio tombale e pregno di significato. Ha senso continuare a seguire le regole della Federazione pur se sperduti in un quadrante della Galassia che non ne ha nemmeno mai sentito parlare? L’obiettivo di tornare a casa è tale da sacrificare i valori che l’equipaggio della Voyager (o almeno la parte non proveniente dalla nave maquis di Chakotay) ha giurato di difendere? Qual’è il vero potere di Janeway se la maggior parte dei suoi ufficiali valuta il ritorno a casa più importante di qualunque altra cosa?

Sono tutte domande profonde e interessanti e Fattori primari le affronta direttamente dando risposte che aprono molteplici possibilità per il futuro della USS Voyager. Per questo valuto questo episodio tra i migliori visti fino ad ora, con una seconda parte davvero convincente e un finale degno dei migliori momenti mai visti in Star Trek. Ciao!


Episodio precedente: Post mortem

Episodio successivo: Tradimento a bordo

Annunci

8 risposte a "Star Trek: Voyager – S01E10, Fattori primari"

  1. E questo episodio dà una prima risposta a chi pensava che l’espediente di catapultare una nave della Federazione all’altro capo della galassia fosse troppo “debole” per poter generare nuovi spunti… bene, si cominciano a vedere, e sono esattamente quelli che hai elencato (labilità delle regole della Federazione in uno spazio lontanissimo che la ignora del tutto, ritorno a casa al di sopra di ogni cosa e a qualsiasi prezzo, conseguente ridiscussione dell’autorità del capitano). Ovviamente, la cosa non finisce qui 😉
    P.S. Riguardo a Kathryn Janeway, sapevi che per il suo ruolo era stata originariamente scelta Geneviève Bujold e, causa abbandono praticamente istantaneo del set, Kate Mulgrew fu il suo immediato rimpiazzo?

    Piace a 1 persona

    1. Spettacolo! Voyager comincia a farsi molto interessante! :–D

      Sulla Janeway… non sapevo la cosa del rimpiazzo della Bujold all’ultimo momento (sei un’enciclopedia di Star Trek!)! E’ chiaro che la Mulgrew non mi piaccia molto, vero? X–D

      Mi piace

    2. Ho appena finito la prima stagione e sono al DVD di contenuti speciali. Sto guardando le scene con la Bujold (buffissime perché col suono registrato in studio e basta!), non la vedo diversissima dalla Mulgrew… interessante la storia di come sia durata pochissimo nello show, in ogni caso! :–)

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...