Star Trek: Voyager – S02E11, Intrighi

picture-119

Ed è nuovamente tempo di Kazon! E siamo a quattro apparizioni, devo dire tutte meritevoli (le altre tre sono, nell’ordine: Dall’altra parte dell’Universo, Tradimento a bordo e Iniziazioni). In questo Intrighi (titolo originale: Maneuvers, Manovre) l’inizio è fantastico e il finale, ahimé, tutto il contrario, un po’ come nell’ultimo episodio Il potere della mente. Mi chiedo come si possano fare errori così grossolani in fase di scrittura, ma probabilmente i tempi serrati di una produzione televisiva non hanno permesso la creazione di idee migliori per chiudere storie con delle premesse così brillanti.

Sì perché Intrighi comincia con un attacco in piena regola alla USS Voyager in cui una nave Kazon riesce ad attirare in una trappola la nave della Flotta Stellare, a penetrarne gli scudi, e a far salire a bordo ben due gruppi di sabotatori e a rubare un apparato di teletrasporto! Come? Ma naturalmente grazie alla traditrice Seska, che qui appare per la prima volta con fattezze cardassiane invece che bajoriane (vedasi Tradimento a bordo)! Janeway decide che non si può lasciare una tale tecnologia in mani Kazon, la qual cosa destabilizzerebbe il potere del quadrante, e quindi va alla ricerca degli aggressori. Ma Chakotay la prende molto più sul personale e prende uno shuttle per imbarcarsi in una missione quasi suicida per recuperare o distruggere l’apparato rubato.

Ne nascerà un confronto molto teso tra i due ex-compagni ed ex-maquis, il tutto con sullo sfondo le macchinazioni politiche di Seska per unire varie sette Kazon grazie alla promessa del potere ottenibile con la tecnologia della Federazione. Ma se tutta questa prima parte funziona a meraviglia, la parte finale della puntata lascia molto a desiderare. Chakotay è prigioniero su una nave Kazon che fa parte di una flotta di sei navi, quindi è chiaro che la Voyager non può affrontarle da sola. Il piano quindi è di teletrasportarlo via a velocità curvatura, qualcosa che B’Elanna Torres sostiene di essere in grado di fare. Ma Seska l’aveva previsto, quindi risulta impossibile attuare questo piano. E quindi… niente, la Voyager va da sola contro la flotta Kazon e durante il combattimento teletrasporta come se nulla fosse i capitani Kazon a bordo e intima loro di arrendersi. Ma… gli scudi erano alzati!!! Allora tutti i combattimenti si possono chiudere così! Non sono un fan della tecnobaggianata, ma il minimo è che non si possa teletrasportare attraverso gli scudi…

In ogni caso, i problemi del finale non finiscono qui: tra le condizioni imposte da Janeway ci sono la liberazione di Chakotay, il ritorno dello shuttle… e basta! Come è possibile che non chieda anche la testa di Seska? Beh, non lo fa, quindi Seska rimane libera e alla fine manda anche un messaggio inquietante a Chakotay: gli ha rubato un campione di DNA e adesso aspetta un figlio da lui. Che? Cosa? E perché mai? Questo non viene spiegato né sviluppato, ma spero almeno che alla sua prossima apparizione questa storia non venga abbandonata e, anzi, abbia uno sviluppo degno. E a pensarci bene se l’obiettivo i Seska era prendersi la USS Voyager, perché non completare l’attacco iniziale? Era riuscita a renderla immobile, era alla sua mercé! Meglio non farsi tante domande, temo… Ciao!

PS: ormai è ufficiale che i Kazon siano esattamente come i Klingon. D’altronde condividono anche l’inizio e la fine del nome, K—ON, riempi gli spazi mancanti a piacere!


Episodio precedente: Il potere della mente

Episodio successivo: Resistenza


10 risposte a "Star Trek: Voyager – S02E11, Intrighi"

  1. Hai ragione sul non farsi domande, perché poi io ti dovrei dare le risposte rivelandoti quello che ti aspetta e no, non mi sembra proprio il caso 😉 Comunque Seska e i Kazon torneranno ancora a creare problemi…
    P.S. All’epoca, ipotizzai che il teletrasporto d’emergenza dei Kazon a bordo della Voyager fosse stato effettuato con un accorgimento simile a quello usato dalle sorelle Klingon Lursa e B’Etor nel film “Generazioni” per far superare a disgregatori e siluri gli scudi dell’Enterprise, e cioè facendoli “vibrare” alla giusta frequenza… se così fosse, però, nell’episodio in questione non viene data nessuna spiegazione a riguardo.

    Piace a 1 persona

    1. Eh, ma se l’episodio ti porta a fare queste congetture vuol dire che è scritto male. Le risposte le dovrebbe dare, o almeno la situazione dovrebbe permettere di capire facilmente cosa è successo. Invece qui dobbiamo noi creare delle scuse per tappare i buchi di sceneggiatura! X–D

      "Mi piace"

      1. E’ che gli showrunners di Voyager dovevano tenere talmente in considerazione gli spettatori da farli partecipare in modo attivo alla serie… come co-sceneggiatori, nel senso che la parte di sceneggiatura mancante se la potevano scrivere direttamente a casa loro mentre guardavano l’episodio (però non è giusto, se tocca a me finire un lavoro cominciato da altri vorrei almeno un compenso forfettario adeguato)! 😀 😀

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...