Star Trek: TOS – S01E15, Licenza di sbarco

mccoy_shore_leaveDoveva succedere, lo so. D’altronde se anche nelle altre serie di Star Trek che conosco ci sono molti episodi “fatti per ridere”, è chiaro che sia una tradizione nata con La serie classica. E quindi eccoci col primo episodio non serio (Il filtro di Venere almeno aveva un tema da sviluppare, pur se in maniera goffa), il numero quindici, Licenza di sbarco (traduzione fedele del titolo originale Shore Leave). Io soffro con questi episodi, odio profondamente quelli con Lwaxana Troi in The Next Generation, mal sopporto gli episodi Ferengi in Deep Space Nine, mentre le prime due stagioni di Voyager (le uniche che ho visto, per adesso) fortunatamente per adesso sono rimaste prive di episodi scazzoni. Meno male.

Io ho trovato Licenza di sbarco abbastanza tremendo. Ne capisco l’obiettivo, ne capisco le ragioni, ho capito dove andasse a parare abbastanza in fretta (all’apparizione del Bianconiglio, diciamo). E comunque ho sofferto per arrivare alla fine. Per me in un episodio così non funziona niente: i personaggi si comportano come degli stupidi (per esempio, Sulu che trova una pistola terrestre su un pianeta lontanissimo e semplicemente decide di provarla, senza farsi nessuna domanda), le situazioni non portano a niente, l’intera trama è fine a sé stessa e non lascia nessun segno.

Però mi rendo conto che erano gli anni Sessanta e che venivamo da quattordici episodi tutti scritti seriamente, con temi di fantascienza che a volte toccavano il genere horror (Miri) e a volte quello d’azione (La navicella invisibile). Per conquistare un’altra fetta di pubblico forse Roddenberry o i produttori hanno pensato che un po’ di umorismo, anzi, molto umorismo fosse la via da seguire. Per me funziona meglio l’umorismo a piccole dosi, così come visto in ottimi dialoghi tra Spock e McCoy in alcuni episodi precedenti, per dire. Ma un intero episodio pieno di situazioni assurde con il bullo che tormenta Kirk, McCoy tutto contento che trova le accompagnatrici mezze nude, Sulu che spara agli alberi, l’aiutante Barrows (una splendida Emily Banks) che sostiene che tutte le donne vogliono un Don Giovanni (olé, un po’ di sessismo non manca mai)… pesante. Molto pesante.

Insomma, sono certo che questo Licenza di sbarco non me lo riguarderò mai. Ne comprendo l’esistenza più di quanto non comprenda quella degli episodi Ferengi in DS9, davvero insopportabili ed ingiustificabili, ma comunque non è la mia tazza da tè, per usare un detto inglese. Ciao!


Episodio precedente: La navicella invisibile

Episodio successivo: La Galileo


7 risposte a "Star Trek: TOS – S01E15, Licenza di sbarco"

  1. Episodio del tutto “disimpegnato” che passa e va senza lasciare tracce di sé (nonostante l’idea di un pianeta per certi versi assimilabile a Risa, in una sorta di versione ben più avanzata) nella serie, da me personalmente preferito a “Il filtro di Venere”… e no, di sicuro gli episodi Ferengi di DS9 non può batterli nemmeno lui! ;D
    P.S. A volte ci dimentichiamo di quanto stiamo guardando questi episodi con occhi “contemporanei” (comunque pure qui Roddenberry dovette lottare contro il tempo, cercando di riscrivere alla bell’e meglio la storia praticamente in corso d’opera. E pensare che lo spunto originale proveniva nientemeno che da Theodore Sturgeon)… 😉

    Piace a 1 persona

    1. Non sapevo che l’idea originale venisse da Sturgeon!

      E sì, siamo un po’ al livello di Risa di TNG, e naturalmente mi vengono in mente solo episodi orribili ambientati su Risa (l’ultimo quello di Worf e Dax che vanno lì e ci sono i rivoluzionari che manomettono i controlli atmosferici del pianeta)…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...