Star Trek: TOS – S01E18, Arena

arenahd334Arena, diciottesimo episodio della prima stagione di Star Trek, è un classico, tanto che ne avevo visto immagini e citazioni ben prima di vederlo per la prima volta. Il combattimento tra Kirk e il Gorn, ovvero un uomo dentro un costume di gomma dalla forma vagamente rettiloide, è diventato molto famoso negli anni o, come dicono gli inglesi, “infamoso” (infamous), cioè famoso per le ragioni più sbagliate.

Ma se andiamo con ordine va detto che l’inizio dell’episodio ha tutt’altro tono rispetto al ridicolo confronto fisico in cui Kirk deve evitare i lentissimi colpi del Gorn. La USS Enterprise arriva alla colonia di Cestus III per incontrare il commodoro Travers, ma quando il capitano scende sulla superficie accompagnato da Spock, McCoy, e tre red shirts (ne moriranno due, per la cronaca: O’HerlihyJerry Ayres – e LangJames Farley – mentre KelowitzGrant Woods – incredibilmente riuscirà a tornare a bordo ancora in vita), scopre che la colonia è stata attaccata e che c’è solo un sopravvissuto. Allo stesso tempo la nave comandata da Sulu viene attaccata da un vascello sconosciuto e deve lasciare l’orbita! Qui Kirk noterà che il suo posto dovrebbe essere a bordo, essendo il capitano… in The Next Generation in effetti vigerà la regola di far guidare i gruppi di sbarco dal secondo in comando, col capitano che deve tenere il suo posto al ponte di comando!

Le cose si mettono male, ma quando Kirk riesce a mettere in fuga gli assalitori anche il vascello si dà alla fuga permettendo così al capitano e agli altri sopravvissuti di tornare a bordo. E qui la trama ricorda un po’ troppo quella dell’episodio numero 14La navicella invisibile: Kirk, nonostante gli argomenti presentati da Spock, sostiene che il vascello va distrutto per evitare un’invasione del territorio della Federazione e si lancia all’inseguimento. Ma quando l’Enterprise sembra finalmente raggiungere il vascello nemico, ecco che i Metrons, creature molto avanzate che abitano un sistema solare attraverso il quale i due vascelli stavano passando, si intromettono e decidono di far risolvere la disputa con un combattimento a mani nude tra i due capitani.

Ecco così la parte più ridicola dell’episodio, che non è al livello dei Mighty Power Rangers ma poco ci manca: pietre di polistirolo, tute di gomma e bastoni di plastica si sprecano in questo scontro all’ultimo sangue. Fortunatamente c’è un messaggio intelligente dietro questa messa in scena farsesca: Kirk alla fine grazia l’avversario, nonostante l’iniziale sete di vendetta. E questo porta l’attenzione sull’insegnamento tipico di Roddenberry sulla necessità di evitare di usare la violenza a tutti i costi. Magari il Gorn aveva le sue ragioni per attaccare l’avamposto della Federazione, magari si era sentito attaccato ed invaso! Un ragionamento fatto anche da Spock a bordo dell’Enterprise, in cui le vicissitudini di Kirk sono comunicate in tempo reale dai Metrons (un po’ come successe nel doppio episodio L’ammutinamento).

Quindi che dire di questo Arena? Che andando oltre la ridicolaggine di alcune scene non si tratta di un brutto episodio! Un po’ già visto nella prima parte, molto buffo nella seconda, ma comunque con molti spunti intelligenti, non ultimo quello sull’importanza dell’ingegno e sulla superiorità di quest’ultimo sulla forza bruta. Ciao!


Episodio precedente: Il cavaliere di Gothos

Episodio successivo: Domani è ieri


13 risposte a "Star Trek: TOS – S01E18, Arena"

  1. Ahh, eccolo qui il mitico scontro con il Gorn (oggi siamo abituati troppo bene con effetti speciali e make-up… io adoravo i mostri in gommapiuma, omaggiati -assai male, devo dire- proprio nei pessimi Mighty Power Rangers) 🙂
    Buon episodio che offre intelligenti spunti di riflessione, assolutamente, e non avrebbe potuto essere altro visto che stavolta c’è lo zampino nientemeno che del celebre Fredric Brown… 😉

    Piace a 2 people

    1. Grandissimo il Gorn! Io adoro i mostri di gommapiuma, non mi si fraintenda! Gli effetti speciali pratici sono sempre superiori a quelli al computer, secondo me!

      Non sapevo di Brown! Ha scritto miliardi di cose! Comunque è bellissimo vedere quanta gente di un certo livello collaborasse alla serie di Roddenberry! Non a caso parliamo di Star Trek, non poteva che lasciare il segno!!!

      "Mi piace"

  2. Titanico episodio, citato in ogni dove e che giustamente ha scritto la storia della fantascienza. Visto oggi può sembrare bambinesco, ma ti assicuro che quando l’ho visto da bambino nei primi anni Ottanta me la sono fatta sotto! La tensione era terribile, un inseguimento inesorabile e una struttura da applauso. Sai che il racconto originale di Ray Bradbury non è così scintillante? Molto meglio questo.
    In questi utimi anni Ben Stiller, titanico collezionista di Star Trek TOS, ha rivelato di avere nella sua collezione la testa di Gorn originale!!!
    Vogliamo parlare di quelle montagne usate per l’episodio? Da allora è una location famosissima citata in ogni dove 😉

    Piace a 1 persona

    1. Sono sicuro che al suo tempo facesse davvero paura, e probabilmente ad un bimbo fa paura ancora oggi! L’enciclopedico Giuseppe mi ha commentato che la storia originale di Arena era di Fredric Brown, altro gran scrittore di fantascienza (e di mille altri generi) del tempo!

      E non sapevo di Ben Stiller!!! Divertente scoprire tutte queste relazioni tra gente famosa, attori, registi, scrittori… e Star Trek!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...