Star Trek: Voyager – S04E02, L’addio di Kes

star-trek-voyager-the-gift-jeri-ryan-23486240-702-530Doveva succedere ed è successo. Non so chi abbia fatto questa scelta a livello di produzione o scrittura, ma il secondo episodio della quarta stagione di Star Trek: Voyager segna la fine di quello che è stato il mio personaggio preferito dall’inizio della serie: Kes. Forse qualcuno ha deciso che pagare per avere nel cast una bionda che non fosse una bomba sexy era uno spreco di risorse (tornando così all’idea originale di Roddenberry di… avere sempre una bionda come interesse amoroso del capitano Kirk!), o forse le prestazioni altalenanti di Jennifer Lien alla fine hanno stancato (ma non era l’unica ad offrirne: Garrett Wang, Robert Duncan McNeill e Kate Mulgrew fino ad ora non hanno proprio brillato in quanto a capacità attoriali!)…

Fatto sta che The Gift (la traduzione sarebbe Il regalo, ma si sa che ai traduttori italiani piace spoilerare il contenuto degli episodi quindi in italiano il titolo è L’addio di Kes) è un passaggio di consegne da un vecchio, si fa per dire, personaggio ad uno nuovo. Si passa da Kes a Seven Of Nine e lo si fa nel giro di una puntata, senza grosse cerimonie. Di fatto, la povera Kes ha giusto il tempo di salutare Janeway in una scena emozionante, di un ultimo dialogo con Neelix interrotto anzitempo dai problemi generati dalla trasformazione di Kes (gli sceneggiatori non hanno mai saputo gestire la loro storia), e di un ultimo contatto con Tuvok che con una fusione mentale rapidissima le permette di arrivare ad uno shuttle senza compromettere l’integrità strutturale dell’intera nave.

È tutto qui. Nemmeno una scena finale col Dottore, il suo più grande amico! D’altronde, il buon ologramma è occupato a far tornare umana Seven Of Nine, che con un po’ di tecnobaggianata si capisce non poter lasciare a sé stessa. Questa seconda parte è pure interessante, col capitano che prende la decisione forte di rappresentare l’umana che fu assimilata dai Borg ancora bambina e darle una chance di tornare a far parte di una comunità di suoi simili. Un po’ come quando si arrogò il diritto di porre fine alla vita di Tuvix, pur se per far tornare in vita i cari Tuvok e Neelix!

Ma io sono ancora qui che penso alla povera Kes… e alla povera Jennifer Lien! Chissà se i suoi recenti problemi mentali e giudiziari derivano da questa sua sfortunata esperienza oppure ne sono indipendenti. Credo sia la prima volta che un membro del cast originale sia stato allontanato non per sua stessa volontà! Denise Crosby decise di andarsene da The Next Generation, Terry Farrell fece la stessa cosa in Deep Space Nine, e in Voyager stesso la prima attrice destinata a fare da capitano (Geneviève Bujold) se ne andò dopo pochi giorni dall’inizio delle riprese della prima stagione.

Kes, Kes… che rimarrà di lei? Alla fine era stata protagonista di una manciata di episodi, alcuni dei quali affatto male (ed almeno uno pessimo: Fertilità)! Visioni mentali, Il potere della mente, Il signore della guerra, e specialmente Prima e dopo, per esempio, sono tutti ottimi episodi con al centro dell’azione Kes e i suoi poteri mentali accennati credo sin dal primo episodio doppio Dall’altra parte dell’universo.

Più in generale, credo che Kes apportasse molto come personaggio. Mentre Neelix aggiunge freschezza ed una nota di colore ad un equipaggio formatosi in parte nella rigida Flotta Stellare ed in parte nella dura guerriglia maquis, Kes rappresentava la dolcezza, aveva una certa sensibilità assente negli altri personaggi. Basti pensare a quando si ribellò al trattamento che l’equipaggio riservava al Dottore già in La cruna dell’ago, o a come contribuì a far prendere una decisione a Janeway su Tuvix, o infine come ancora una volta difese il Dottore ed il suo diritto a mantenere la personalità acquisita durante il viaggio in Lo sciame.

Ma purtroppo tutti questi momenti andranno perduti come lacrime nella pioggia (cit.). Sono sicuro che, come da tradizione trekkie, la Lien tornerà in qualche epiosodio come ospite d’onore, ma credo che la serie perda qualcosa di unico con la scomparsa del suo personaggio. Peccato.

Sono comunque pronto ad accettare a braccia aperte Seven Of Nine (Jeri Ryan), non fraintendetemi! Spero che il cambio porti ad un miglioramento nella serie visto che la terza stagione è stata abbastanza una delusione: a parte pochi episodi molto belli (essenzialmente Flashback, Prima e dopo e la parte finale coi Borg), il resto non mi ha entusiasmato. Ma… il regalo del titolo originale è un salto di diecimila anni luce fino a far uscire la Voyager dal territorio Borg! Ed io che mi aspettavo una stagione piena di cubi (come nei menu dei relativi DVD)! Si vedrà… ciao!


Episodio precedente: Il patto dello scorpione (seconda parte)

Episodio successivo: Il giorno dell’onore


11 risposte a "Star Trek: Voyager – S04E02, L’addio di Kes"

  1. I cubi Borg non mancheranno, stanne certo… quanto a Kes, penso sia del tutto normale considerarla un grande personaggio sprecato (con motivazioni per me poco convincenti, tra cui un sempre minor interesse da parte degli spettatori e la mancanza di prospettive di un suo ulteriore sviluppo), abbandonato proprio quando stava per raggiungere quel salto di qualità che avrebbe permesso di intessere grandi storie su di lei 😞

    Piace a 2 people

    1. Secondo me all’inizio, in fase di creazione del personaggio, c’erano idee per sviluppare Kes: giovane e con pochi anni di vita davanti, poteri mentali potenzialmente grandi, relazione con Neelix. Non molto, ok, ma ci si poteva lavorare. Solo che la relazione con Neelix si è rivelata orrida e per lo più è stata dimenticata, la sua prospettiva di pochi anno di vita è stata usata (male) solo in un episodio, e i suoi poteri mentali sono stati l’unica cosa davvero sviluppata.
      In tutto questo, ciò che ha funzionato meglio è l’amicizia col Dottore, e non c’è stato nemmeno un addio tra i due!!!

      Gli sceneggiatori hanno davvero deluso rispetto al personaggio della povertà Jennifer Lien, bisogna dirlo!

      Piace a 1 persona

  2. IMDb dice che nel 2000 – cioè dopo l’addio alla serie VOY – ha smesso di recitare per iniziare la carriera medica. Però qualcosa di quell’ambiente è rimasto, perché scopro che Jennifer Lien è la madre di Jonah Hwang, divo televisivo delle serie per l’infanzia di Nickelodeon. La TV è proprio nel patrimonio genetico familiare :-P.

    Piace a 1 persona

    1. Si, dopo Voyager la Lien si è ritirata a vita familiare, poi un paio di anni fa ha avuto problemi giudiziari e non sembra più troppo sana di mente, a leggere gli articoli di cronaca su di lei, povera…

      Però effettivamente ha passato i geni attoriali al figlio! X–D

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...