Star Trek: TOS – S02E17, Chicago anni 20

a-piece-of-the-actionA Piece of the Action (tradotto come Chicago anni 20, vista l’impossibilità di tradurre lo slang da gangster anni venti usato nell’episodio e pure nel titolo) è una puntata che, se se ne accetta la ridicola premessa, è non solo divertente, ma contiene pure una certa dose di satira pungente che ho apprezzato molto (inoltre andò in onda esattamente 14 anni prima che io nascessi). E qual’è la premessa? La USS Enterprise arriva su Sigma Iotia II, un pianeta in cui cento anni prima ci fu un’interferenza da parte della Federazione, una violazione della Prima Direttiva. La nave Horizon interagì con gli abitanti ma non si sa in che misura visto che poi se ne persero le tracce. E quando arrivano Kirk e compagnia scoprono che…

… gli abitanti hanno organizzato la propria società in base ad un libro sulla Chicago anni venti governata da bande di gangster, con tanto di mitragliatori tipici (le Tommy gun) e linguaggio da criminali. Chiaramente è un po’ difficile credere che un intero pianeta decida di seguire i dettami di un libro lasciato per caso da dei visitatori alieni… oppure no? È davvero così improbabile? Non sono forse alcune delle organizzazioni più potenti del nostro mondo organizzate proprio secondo i contenuti di vecchi libri? Vedendo il libro sui gangster, McCoy arriva proprio ad esclamarlo a chiare lettere: “è la loro bibbia!

Quindi è vero che dal punto di vista di Kirk la cosa non ha alcun senso, ma solo perché essendosi i terrestri evoluti notevolmente dal 1920 in poi è normale per l’equipaggio della nave ammiraglia della Federazione giudicare una società basata sulla criminalità come folle. D’altronde, non potremmo dire lo stesso di persone che pretendono di applicare alla lettera i dettami di libri teoricamente scritti migliaia (o più probabilmente centinaia) di anni fa? Insomma, si possono fare delle riflessioni non banali su questa trama apparentemente leggera ma forse più profonda di quanto non possa sembrare!

E la cosa bella di Chicago anni 20 è che è pure un episodio ricco di azione, colpi di scena, ottimi dialoghi (particolarmente coi due boss della mala locali, Bela e Krako interpretati da Anthony Caruso e Vic Tayback), scene divertenti, e scenografie e costumi splendidi (evidentemente negli Studios si stava girando un film ambientato negli anni del proibizionismo e a qualcuno è venuta l’idea di sfruttare delle economie di scala, diciamo così). Anche qui, come in Animaletti pericolosi, lo show non si prende troppo sul serio e questo va a suo vantaggio, visto che ne esce un altro episodio divertente dall’inizio alla fine e, come detto, forse addirittura profondamente (ed intelligentemente) satirico. Ciao!


Episodio precedente: La posta in gioco

Episodio successivo: La galassia in pericolo


7 risposte a "Star Trek: TOS – S02E17, Chicago anni 20"

  1. Effettivamente, che un antico libro possa diventare indiscusso oggetto di culto tanto da poter addirittura dettare regole sulle quali fondare una civiltà (magari retrograda assai) non mi sembra poi cosa così improbabile né tanto meno così fantascientifica… McCoy, in questo caso, esprime semplicemente quello che abbiamo pensato tutti 😉
    L’episodio funziona sia sul versante del puro e ottimamente calibrato intrattenimento (penso solo al nostro capitano alle prese con una primitiva auto degli anni ’20, per lui in quel momento più difficile da governare dell’Enterprise 😀 )
    sia su quello satirico, messo maggiormente in risalto proprio dal tono “leggero”…
    P.S. Per il prossimo episodio preparati a qualcosa di… veramente grande 😉

    Piace a 2 people

    1. Totalmente d’accordo! Il tono leggero di alcuni episodi di questa seconda stagione (questo, o quello dei Tribbles) funziona molto meglio di quello completamente ridicolo di episodi come quello del pianeta col Bianconiglio che praticamente è stato poi ripreso negli episodi di Lwaxana Troi in TNG o in quelli Ferengi di DS9 (curioso invece che voyager non abbia un filone di episodi “comici”).

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...