Người Vợ Ba (The Third Wife): recensione del film

the-third-wife_gallery-1Người vợ ba (The Third Wife è il titolo per il mercato estero, traducibile come La terza moglie) è un film vietnamita della regista Ash Mayfair, qui al suo esordio. Uscito nel 2018, ha per protagonista la giovane Nguyen Phuong Tra My che interpreta una quattordicenne di nome May che diventa, ma guarda un po’, la terza moglie del ricco terratenente Hung (Long Le Vu). La storia è ambientata nel diciannovesimo secolo e di fatto è una scusa usata dalla regista per fotografare la situazione del tempo da un punto di vista tutto femminile.

Andando subito al punto, la forza del film è proprio quella documentaristica. Le donne della società vietnamita del tempo non avevano gli stessi diritti degli uomini… per usare un eufemismo! In pratica, le donne erano alla mercé degli uomini: dovevano servirli e dare loro piacere e, soprattutto, figli maschi. Tutto questo Ash Mayfair ce lo mostra con una serie di episodi che accadono intorno a May. Ci sono le altre due mogli che le insegnano a compiacere il marito a letto e le danno consigli per restare incinta di un maschio. Assistiamo alla tragica fine della giovanissima moglie dell’unico figlio maschio di Hung (Son, interpretato da Nguyen Thanh Tam) che per la sua ostinazione la condanna ad una morte poco onorevole. Ed infine ecco la più piccola figlia di Hung che si taglia i capelli per provare ad essere come un uomo e contare qualcosa nella sua vita. Per non parlare dei pensieri omicidi contro una piccola bebè la cui unica colpa è essere nata femmina invece che maschio!

Tutti questi episodi sono assolutamente interessanti e danno valore al film rendendolo degno di essere visto. D’altra parte, non posso dire che l’opera mi abbia convinto fino in fondo. Il ritmo è lento, che di per sé non è un problema per me, ma soprattutto è frammentato e poco lineare. La Mayfair si perde nel mostrare immagini collegate alle storie dei protagonisti con metafore a volte oscure e a volte più comprensibili (l’erezione di Hung mentre toglie la verginità a May la vediamo con un baco da seta che si erge su uno strato di foglie), e soltanto a tratti si ricorda di far avanzare la trama e lo fa con scene buttate lì senza un vero intreccio a sostenerle. Ci sono pochi dialoghi, e almeno la metà potrebbero non esserci, tanto che se fosse un film muto non solo non ci perderebbe niente, ma forse ci guadagnerebbe addirittura!

Per farla breve, se volete affacciarvi ad una finestra sul Vietnam del XIX secolo con vista sul genere femminile e sulle angherie a cui era sottoposto, The Third Wife è il film che fa per voi. La ricostruzione storica è molto curata ed accurata, la recitazione molto posata, i costumi e le scenografie sono ben pensati ed utilizzati all’interno del film.

Se invece cercate una storia avvincente, un dramma teso e ben scritto con una trama avvincente… Beh, forse dovete cercare un altro film. Personalmente, avrei preferito anche una miglior fotografia per godere degli splendidi paesaggi vietnamiti che si vedono sullo schermo, ma ammetto che la fotografia chiaramente digitale del film non mi ha colpito troppo positivamente. In ogni caso, credo che valga la pena guardare The Third Wife per avvicinarsi ad un cinema, quello vietnamita, i cui prodotti raramente raggiungono i nostri mercati. Ciao!


Link esterni:


2 risposte a "Người Vợ Ba (The Third Wife): recensione del film"

  1. Che argomento terrificante. Il film è sembra essere molto molto interessante e la cosa tremenda è che certe idee maschiliste così orribili persistono pure oggi. C’è bisogno di più film così. Chissà se uscirà mai da noi. Comunque complimenti per l’articolo!

    Piace a 1 persona

    1. Grazie mille!!!!
      Il valore di questo film è effettivamente rivelare una situazione terribile delle donne del tempo che temo non fosse limitata al solo Vietnam, tra l’altro (e da qualche parte del mondo continuano ad esistere situazioni del genere)…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...