Star Trek: TOS – S03E02, Incidente all’Enterprise

tos3x02lE dopo il passo falso della prima puntata della terza stagione, ecco un episodio come si deve! Incidente all’Enterprise (The Enterprise Incident) non solo marca il ritorno dei romulani apparsi in La navicella invisibile nella prima stagione, ma si può dire che sia il progenitore di tutte quelle splendide puntate in cui Jean-Luc Picard si trova a combattere duelli d’astuzia con i subdoli romulani in The Next Generation! C’è anche un’altra cosa che vedremo più e più volte nelle incarnazioni successive del brand: un personaggio a cui il dottore di turno cambia i connotati per sembrare di un’altra razza. In Deep Space Nine ci si giocherà parecchio su questo giochino…

Ma andiamo alla trama. Il capitano Kirk è stressato e tratta male tutti, così quando ordina di violare la zona neutrale ed entrare in territorio romulano nessuno ha il coraggio di contraddirlo. Naturalmente, in men che non si dica l’Enterprise è circondata da tre navi da guerra romulane (che per qualche strana ragione sono fatte come le navi Klingon, i D7 cruiser) e a Kirk tocca provare a negoziare una via d’uscita col sub-comandante Tal (Jack Donner). Solo che Kirk non sembra in condizioni ottimali per una negoziazione, e praticamente non fa che minacciare di distruggere la nave al primo segnale di aggressione da parte dei romulani. Viene raggiunto l’accordo di trasportare sulla nave ammiraglia romulana Kirk e Spock e lì conosciamo l’ufficiale in comando dell’operazione, l’affascinante romulana interpretata da Joanne Linville di cui non conosceremo mai il nome.

Comincia così una battaglia di intelletti con tanto di doppio gioco e di inganni che include Kirk che si fa passare per morto solo per tornare a bordo “truccato” da romulano e Spock che si lascia tentare dalla bella romulana in scene tesissime sia dal punto di vista della suspense che dell’erotismo, qualcosa di sorprendente visto che stiamo parlando del mezzo vulcaniano e non di quell’incorreggibile sciupafemmine di Kirk! Quando la vera missione di Kirk e Spock viene rivelata, ecco una corsa contro il tempo per fuggire verso il territorio della Federazione e per provare a salvare il povero Spock che ha portato a termine alla perfezione quella che era fondamentalmente una missione suicida.

Incidente all’Enterprise è davvero fenomenale. Di nuovo si arricchisce l’universo di Star Trek sviluppando quelli che avevamo visto brevemente come dei nemici della Federazione ma di cui sapevamo poco e nulla. Per esempio, viene qui rivelato che i romulani ed i vulcaniani sono lontani parenti, uniti molto tempo fa ma che poi presero strade evolutive diverse, ed ecco il dispositivo di occultamento che ritroveremo in tutte le serie successive (e che poi i romulani presteranno alla Flotta Stellare per la USS Defiant durante la guerra col Dominio, per dire – dall’episodio In cerca dei fondatori, The Search, terza stagione di Deep Space Nine). E non è da sottovalutare come ci sia una donna a comandare i romulani, romulani che non vengono presentati come “cattivi” rispetto agli eroi della Federazione, anzi! Qui sono questi ultimi che entrano nello spazio romulano, che violano il trattato che ha creato la zona neutrale. Certo, lo fanno per prevenire un utilizzo distruttivo del nuovo dispositivo di occultamento, ma mi ha fatto piacere notare come la storia non sia presentata come una convenzionale battaglia tra giusto e sbagliato, altro elemento che ritroveremo spesso soprattutto in Deep Space Nine.

Che altro dire, quindi? Incidente all’Enterprise entra di sicuro nella top 10 della serie originale, cosa che mi fa ben sperare per il resto della terza stagione la cui reputazione è tutt’altro che buona. Avanti, quindi, con (moderato) ottimismo! Ciao!

PS: e che sia nata qui l’idea per Il segreto di Spock della quinta stagione di The Next Generation in cui l’ormai ambasciatore Spock lavora per una riunificazione tra romulani e vulcaniani?


Episodio precedente: Operazione cervello

Episodio successivo: Il paradiso perduto


11 risposte a "Star Trek: TOS – S03E02, Incidente all’Enterprise"

  1. La reputazione della terza stagione è effettivamente assai bassa dato che ci si mise di mezzo il famigerato Fred Freiberger, specializzato nel NON fare la fortuna delle serie su cui metteva le mani, ma non dubitare, ci saranno altri buoni episodi al pari di questo (impagabile il Kirk “romulano” e ben caratterizzati i romulani stessi, a partire dalla loro ufficiale comandante) nei confronti del quale TNG e DS9 hanno più di un debito 😉
    P.S. Che l’idea per “Il segreto di Spock” possa aver avuto origine da qui mi sembra un’ipotesi assai plausibile…

    Piace a 2 people

  2. Ah, questo è uno splendido “covo di trekkie” 😀 Ora m’avete fatto morire di curiosità su questo “segreto di Spock”, dovrò indagare 😛
    E’ un peccato che io non ricordi questo episodio, visto che ho molto amato “La navicella invisibile” e, rivisto recentemente, supera di gran lunga il datatissimo “Duello nell’Atlantico” (1957) a cui si rifà: le battaglie di strategia e intelligenza sono il forte della serie, ed essendo ormai un cultore della birra romulana… devo rivedermi quest’episodio 😛

    Piace a 1 persona

    1. Covo di trekkie per me è uno splendido complimento! :–D

      Il commento che hai fatto su La navicella invisibile non è la prima volta che lo leggo, questo Duello nell’Atlantico prima o poi lo vorrò vedere ma vedrò di tenere basse le aspettative!

      E gran bell’episodio Il segreto di Spock, d’altronde con Nimoy era impossibile sbagliare!!!! He’s sadly missed…

      Piace a 1 persona

      1. Quando da ragazzino ho visto per la prima volta Kirk e il romulano scontrarsi in una battaglia di intelligenza e strategia, alla fine i miei genitori si dissero contenti che era in pratica “Duello nell’Atlantico”. Da allora ho sentito nominare spesso quel film, soprattutto legato all’episodio in questione, ma per qualche strano motivo non l’ho mai beccato, né in TV né in videoteca. Solamente qualche anno fa, all’interno di uno speciale del Zinefilo sui film ambientati in sottomarini, finalmente sono riuscito a vederlo, e onestamente è invecchiato maluccio: Star Trek è mille volte meglio!
        Negli anni Cinquanta mostrare rispetto verso un ufficiale nazista era qualcosa di molto pericoloso, quindi sì, in effetti fra Mitchum sulla nave e il tedesco nel sottomarino si capisce che a forza di sfidarsi è nata la stima, ma è una roba proprio vaga. Invece fra Kirk e il romulano è molto più sottolineata e regala all’episodio un’epica splendida.
        Lo spettatore alla fin fine può anche far pace coi romulani, quando più avanti finirà la guerra: coi nazisti è difficile, quindi Star Trek vince 😉

        Piace a 1 persona

      2. Eh si, i nazisti sono davvero dei villain imperdonabili, con l’aggravante che non sono stati frutto dell’immaginazione… :–/

        Pensavo che la stima tra i capitani emergesse anche nel film come nell’episodio, effettivamente è uno dei punti di forza di quest’ultimo!

        Piace a 1 persona

  3. Spero di non essere OT ma non so dove altro scriverti 😛
    Ieri sera ho rivisto il film “Star Trek VII: Generazioni” dopo più di 25 anni e sono riuscito a disprezzarlo molto di più di quando lo vidi all’epoca 😀 A parte questo, nel viaggio inaugurale che apre la pellicola non ricordavo ci fossero camei ghiottissimi!
    Per esempio alle comunicazioni c’è Thomas Kopache (ecco la schermata) che aveva appena iniziato il suo viaggio per apparire in tre serie (TNG, DS9 e VOY) in più ruoli, ma soprattutto c’è Jenette Goldstein (schermata): sono saltato sulla sedia quando ho trovato Vasquez a bordo dell’Enterprise!!!
    Alla guida c’è Glenn Morshower (il roscio a destra in questa schermata), con due ruoli in TNG e pronto ad un’apparizione anche in VOY, ma.. quello là dietro non è…? Sì, è proprio Tim Russ senza orecchie vulcaniane! (schermata) Che ci fa Turok che non è Turok ai tempi di TOS??? 😀
    Solo per i primi minuti il film vale la visione, il resto l’ho odiato fotogramma per fotogramma …

    Piace a 1 persona

    1. Ho rivisto Generations per l’ennesima volta qualche settimana fa e secondo me regge fino a 20 minuti dalla fine… E’ quando si palesa il possibile viaggio nel tempo che crolla tutto perché Picard e Kirk possono provare all’infinito a fermare McDowell, e quindi la storia cessa di funzionare.

      Però sì, ci sono un sacco di facce note sull’Enterprise B! Sulla presenza di Tim Russ giocano un po’ in Flashback (di VOY) in cui lo piazzano sulla USS Excelsior al comando di Sulu!

      Comunque in realtà nei primi minuti già ci sono un po’ di vaccate (devono fare un giretto intorno alla Terra e appare dal nulla un fenomeno assurdo e distruttivo e sono l’unica nave nel quadrante… what?), però secondo me il film si ripiglia abbastanza dopo…. per crollare nel finale. Peccato, è l’inizio della fine per i lungometraggi di Star Trek!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...