The X-Files – S02E12, Il gene del male

Aubrey (in italiano: Il gene del male) è un episodio basato su un’idea intrigante: che tra le caratteristiche genetiche passate di generazione in generazione si possa annidare anche qualcosa come un’ossessione omicida. La storia all’inizio ricorda un po’ quella di Omicidi del terzo tipo: a Aubrey, Missouri, viene ritrovato il cadavere di una donna sul cui addome l’assassino ha scritto con un rasoio SISTER (sorella). La polizia locale non diffonde la notizia, ma Mulder e Scully lo scoprono quando si trovano nei paraggi perché la detective locale B.J. Morrow (Deborah Strang) trova in un campo i resti di un agente federale scomparso cinquanta anni prima. Quell’agente era Sam Chaney, un precursore dell’applicazione di un metodo scientifico per investigare sui serial killer, materia in cui Mulder eccelle.

Chaney stava investigando proprio su una serie di omicidi perpetrati con le stesse modalità di quello appena avvenuto (da qui la somiglianza con il caso di Tooms che ho menzionato prima). Mulder e Scully cominceranno a capirci qualcosa solo dopo aver parlato con l’unica vittima sopravvissuta cinquanta anni prima, Linda Thibedeaux (Joy Coghill) e con il responsabile dei primi omicidi Harry Cokely (che ha la faccia da cattivissimo di Morgan Woodward, apparso come antagonista in ben due episodi della serie originale di Star Trek: Trasmissione di pensiero e Le parole sacre).

Questo episodio ha un ritmo indiavolato, non risparmia sul sangue, fa paura in parecchi momenti, ha una storia ben scritta e, soprattutto, ben sviluppata (con molti colpi di scena che si susseguono senza risultare gratuiti), e fa pure ridere in diverse occasioni! Mulder dà il meglio di sé tra l’attrazione per le donne che si chiamano B.J. (intraducibile gioco di parole per cui in slang bj” significa blowjob, cioè fellatio) e la conclusione affrettata su chi fosse l’assassino cinquanta anni prima in base a indizi chiarissimi che la polizia del tempo non riuscì a mettere insieme.

Inoltre qui è Scully a dimostrare un grande intuito a più riprese, prendendo anche in giro Mulder che si meraviglia non rendendosi conto che anche lui molto spesso arriva a conclusioni giuste facendo dei salti logici da paura! Non a caso è lei a chiudere l’episodio con il rapporto per Skinner in cui si menzionano prove genetiche inconcludenti alla ricerca della dimostrazione che la mania omicida di Cokely si fosse potuta trasmettere ai suoi figli e nipoti…

Spiegazioni paranormali a parte, un’altra volta i nostri due agenti federali preferiti usano un vasto arsenale di metodi scientifici per arrivare a risolvere il caso: analisi del sangue, immancabili autopsie, immagini analizzate con avanzati software nel quartier generale dell’FBI, studio di vecchi dossier, il solito Danny che fa il lavoro sporco di risalire alle identità e indirizzi di persone di cui si conoscono pochi dettagli… Insomma, The X-Files sapeva bene come rendere credibili storie che se raccontate male avrebbero fatto soltanto ridere, ma che costruite con maestria e inserite in un contesto credibile riescono a far paura ancora oggi a quasi 30 anni di distanza. Ciao! 


Episodio precedente: Excelsis dei

Episodio successivo: Insospettabile


13 risposte a "The X-Files – S02E12, Il gene del male"

  1. Mi sembra che su quest’episodio tu abbia detto -e anche assai bene- tutto quello che c’era da dire 😉
    Di mio posso solo aggiungere che, per lo stile e le tematiche trattate e al netto dell’umorismo, ne “Il gene del male” è come fossero state fatte le prove generali per il successivo e cancellato anzitempo spin-off “Millennium” (nel quale ha una parte ricorrente Terry O’Quinn, qui nel ruolo del tenente Tillman), che troverà la sua vera conclusione proprio all’interno di “The X-Files” nell’episodio della settima stagione intitolato (non casualmente) “Millennium”…

    Piace a 1 persona

    1. Grazie mille!

      Interessante questo parallelo con Millennium, non c’avevo pensato ma in effetti ci sta tutto! Ed è curioso che tu mi rammenti il finale di quella serie (chiusa in The X-Files), giusto ieri sera un amico che sta guardando The X-Files ma è già arrivato alla settima stagione mi ha detto di quello strano episodio con Lance Henriksen insieme a Mulder e Scully! X–D

      "Mi piace"

      1. Quando succedono queste cose e lo racconto a qualcuno mi metto sempre a canticchiare il tema di The X-Files (storia vera, come direbbe Cassidy)! :–D

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...