Unfaithful: recensione del film

Unfaithful (per l’Italia: L’amore infedele – Unfaithful) è un film del 2002 diretto da Adrian Lyne ed è un adattamento di un film francese del 1969 di Claude Chabrol intitolato La Femme infidèle (Stéphane, una moglie infedele).

Connie (Diane Lane) è felicemente sposata con Edward (Richard Gere). I due conducono una vita agiata nella periferia di New York e crescono tranquilli il figlioletto Charlie (Erik Per Sullivan). Un giorno di vento (the wind of chaaaaaange) Connie si imbatte nel giovane esotico, bello e colto Paul (Olivier Martinez), e si lascia travolgere dalla passione…

Mi ha fatto riflettere molto questo film e l’ho trovato per la maggior parte convincente, anche se mi ha un po’ spiazzato nella sua parte centrale. Inevitabilmente, farò delle rivelazioni sulla trama, quindi se le volete evitare tornate qui dopo aver visto il film. 

Ho trovato la prima parte del film decisamente azzeccata. Mi è sembrata credibile la voglia di avventura di Connie, così come mi è sembrato credibile il suo comportamento una volta cominciata la storia con Paul. Pur continuando ad amare suo marito, non può fare a meno di desiderare di stare con l’amante tutto il tempo, arrivando addirittura a dimenticare suo figlio da riprendere a scuola. Connie è combattuta tra incredibili sensi di colpa e la voglia di trasgredire. Non a caso spesso decide di fare l’amore con Paul in luoghi pubblici, o comunque dove il rischio di essere scoperta da qualcuno è molto alto. 

Dall’altra parte ecco Edward, che si rende immediatamente conto che qualcosa non va e che non tarda a pagare un detective (Dominic Chianese) che dopo qualche giorno conferma i suoi timori più grandi. E poi ecco l’inaspettato: va a parlare con Paul e in un impeto di rabbia lo fa fuori. Disperato, prova ad occultare il cadavere, e gliene succedono di tutti i colori… E qui si capisce come il film voglia far intuire che questa storia sarebbe potuta andare in mille modi diversi. Edward, mentre con forza sovrumana si trascina dietro quegli 80 kg del corpo senza vita di Paul, rimane chiuso in ascensore, poi si imbatte in qualcuno mentre va alla macchina, e come se non bastasse lo tamponano quando ha il suddetto cadavere nel portabagagli! La cosa ha del comico (involontario), e mi è parsa molto più riuscita la scena in cui Connie si immagina di prendere il taxi che le avrebbe impedito di conoscere Paul che, alla fine, vuole veicolare lo stesso messaggio. 

In ogni caso, il finale del film torna riflessivo, con lui che fondamentalmente confessa alla moglie ciò che ha fatto senza nemmeno doverglielo dire a parole. E dopo lo shock iniziale, i due riescono anche a sviluppare una certa complicità, anche se i due poliziotti (Zeljko Ivanek e Gary Basaraba) che li interrogano un paio di volte riguardo all’omicidio di Paul capiscono benissimo come Edward e Connie siano invischiati nella cosa. Tremendo il dialogo finale in cui i due, devastati dai sensi di colpa, si immaginano un futuro in fuga in Messico, quando sono consapevoli che l’unica cosa giusta da fare, e che faranno, è confessare tutto alla polizia. D’altronde le amiche di Connie glielo avevano detto che una storia così non può che finire in tragedia (praticamente un inno alla sacralità della famiglia, se vogliamo dirla tutta, ma personalmente non mi è sembrato un film troppo moralizzatore). 

Come detto, Unfaithful mi è piaciuto proprio, anche e soprattutto per la regia di Lyne che fa tutto benissimo in ogni momento. Per esempio, trasmette la passione tra i due amanti con la camera a mano eccitata che si lascia andare a zoom e movimenti sconnessi, ma si fa più posata nel finale costruendo con cura ogni scena in modo da trasmettere la distanza tra i coniugi che poco a poco di riavvicinano l’uno all’altra.

Bella pure la colonna sonora, dove spicca Exit Music dei Radiohead, e la fotografia di Peter Biziou che più anni Novanta di così si muore. E bella pure Michelle Monaghan ventiseienne nella particina della segretaria di Edward! Scusate, mi è scappata… Concludo consigliando senza dubbio questo film che non avevo visto all’uscita, ma che mi sono goduto più recentemente. Ciao!

PS: il film vuole esplorare le conseguenze delle azioni di due protagonisti, ma è praticamente miracoloso che la polizia non abbia decine di prove schiaccianti per inchiodare Edward: le sue impronte digitali nel luogo del delitto, testimoni oculari che lo hanno visto portar via un corpo senza vita, decine di testimoni che hanno visto Connie con l’amante (incluso il detective privato)… 



12 risposte a "Unfaithful: recensione del film"

  1. Questa volta mi hai preceduta tu: ne volevo parlare, ma rimanderò. A me è piaciuto molto, e per certi versi mi ha ricordato Attrazione fatale, non a caso dello stesso regista. Il messaggio è lo stesso: lasciate perdere le scappatelle, perché finiscono male.

    Piace a 1 persona

    1. Ah, ma quindi dici che Lyne ha quel chiodo fisso lì? Non lo facevo così bacchettone, pensavo che il tema del film fosse un po’ la scusa per esplorare la parte oscura dell’animo umano. Però se si ripete in vari film…. Magari lo vediamo al prossimo Family Day! X–D

      Piace a 1 persona

        1. Ci sta! C’è un dialogo chiarissimo, quello delle amiche nel bar, che condanna senza appello le avventure e i tradimenti, ma essendo questo un remake non pensavo che Lyne ci tenesse così tanto al tema! Però effettivamente l’avrà scelto lui di rifare quel film in particolare…

          Piace a 1 persona

  2. Un film imperfetto certamente, ma pieno di spunti interessanti e di grandi riflessioni. Una pellicola che ha vari argomenti molto impattanti e soprattutto una regia che riesce a valorizzare la storia stessa. Davvero un’ottima recensione!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...