Liebster Award (Scoprendo nuovi blog) [TAG]

liebsteraward

Taggato da Nick di Matavitatau, e forse anche da qualcun’altro che non so/non ricordo/WordPress non mi aiuta a ricordare perché non mi comunica i link al blog, che ringrazio caldissimamente, mi accingo a fare questo tag che ha le seguenti regole:

  • Ringraziare il blogger che ti ha nominato, fornendo anche il link al suo blog (fatto)
  • Rispondere alle 11 domande ricevute
  • Nominare altri 5-11 blogger
  • Chiedere 11 domande ai blogger nominati
  • Avvisare i blogger che sono stati nominati

Le domande di Nick sono ostiche, ma proverò a rispondere in maniera sensata. Sul rapporto Schoenberg/Stravinskij ho moltissimo da dire, ma visto che il mio pensiero dovrebbe emergere chiaramente dagli svariati libri che ho scritto in proposito, mi limiterò a rispondere alle 11 domande della lista!

  1. Prodotti artistici o prodotti industriali? Arte di consumo o Arte pura? Dicotomie impossibili: ti senti di prendere parte in questa diatriba o prendi quello che passa…?
    Un film che possiedo in DVD o Bluray è necessariamente un prodotto industriale, suppongo, però è anche un prodotto artistico (se il cinema è la settima arte…). Poi potrei andare più a fondo seguendo l’imbeccata della domanda e aggiungere che personalmente considero registi come John Carpenter e Terry Gilliam degli artisti e gente come Michael Bay e Zack Snyder degli industriali in quanto poco o per niente interessati a dire qualcosa di dirompente (l’arte deve essere dirompente, no?). Però credo che qui si stia aprendo un vaso di Pandora che forse è meglio chiudere non prendendo parte a questa diatriba!
  2. Ti senti più un tipo nordico o mediterraneo?
    Senza ombra di dubbio mediterraneo, sono scappato dall’Europa del Nord dopo averci vissuto per quattro anni e sono ritornato alla cara vecchia Europa del Sud, pur se più vicino all’Atlantico che al Mediterraneo.
  3. Preferisci le cose che si sentono o le cose che si vedono?
    Visto che in italiano il verbo sentire ha ben più di un significato (al contrario dell’inglese con listen o dello spagnolo con escuchar e oir, per esempio), direi che preferisco ciò che si sente.
  4. Ti inondi nei social? Ti mantieni distante? Li rifiuti?
    Beh, scrivendo un post al giorno su un blog non posso certo dire di tenermi distante dai social: la blogosfera mi piace e mi affascina! Invece mi tengo alla larga da siti come Facebook, Instagram, e altri siti social che nemmeno conosco. Però visto che Youtube viene considerato un social, e me ne dichiaro un fan senza nessuna vergogna, forse sono più social di quanto inizialmente sarei portato a dire.
  5. Hai un criterio di organizzazione del blog?
    Il blog è semplice da organizzare, in realtà (o sono io che sono rigido ed inflessibile): pubblico quasi solamente recensioni di film ed episodi di Star Trek in italiano, inglese e spagnolo (quest’ultimo solo nel caso di film spagnoli o latinoamericani). Ciò che non rientra in queste categorie va direttamente in Extra (le recensioni di libri) o in Bio (i post personali come questo).
  6. Programmi molto i tuoi post o “pubblichi” a istinto quando capita?
    L’ho detto che sono rigido? Lo schema del blog sta nell’alternare recensioni di film e di episodi di serie (Star Trek, fondamentalmente), un giorno una e un giorno l’altra. Le recensioni dei film le pubblico alle 16:00, quelle di Star Trek alle 16:55, non chiedetemi perché!
  7. Come ti approcci alle tematiche femministe?
    Il Bechdel test è femminista? A volte lo menziono. In ogni caso, credo che il movimento femminista abbia fatto e sia facendo un gran bene alla nostra società, e che mancano ancora tante conquiste da fare.
  8. Rapporto con la TV: la guardi? e se sì cosa guardi?
    Non la guardo mai, però è certo che a volte ne guardo alcuni prodotti da DVD e Bluray come Star Trek, The Big Bang Theory, Friends of The X-Files. Pochi ma buoni, è il mio motto!
  9. A livello musicale sei da oggetto (compri CD, vinili ecc.) o vivi bene anche i file?
    Ho ricominciato ad ascoltare musica da CD da poco, anche perché la maggior parte dei miei CD si trova a più di 2mila km di distanza da dove vivo, però ammetto che uso più file e streaming e webradio che altro quando si tratta di musica.
  10. Ti consideri un eterno bambino o preferisci essere adulto?
    Mi considero eterno bambino ma mi tocca fare cose da adulti!
  11. Sei ordinato o disordinato? Riesci a spiegare la tua posizione in proposito?
    Sono ordinato nel lavoro e disordinato in tutto il resto, quindi direi che non ho alcun modo sensato di spiegare la mia posizione in proposito. Però il disordine non mi disturba particolarmente, se questa si può vedere come la mia posizione al riguardo.

E ora ai seguenti soggetti (evito di includere blogger che so aver già ricevuto il tag) rigiro le 11 domande di Nick a cui ho risposto pure io, e non me la prenderò se decideranno di non partecipare. Come dite? Sto andando contro le regole? No, no, semplicemente ho pensato a 11 domande e mi sono uscite proprio quelle uguali uguali!

In quanto ad avvisarli, spero WordPress faccia il suo sporco dovere grazie ai link che ho messo! Ciao!

Posted in Bio

46 risposte a "Liebster Award (Scoprendo nuovi blog) [TAG]"

    1. Ah, e so perché non l’avevo visto: nel tuo blog come è ora si vedono i 5 articoli più recenti ma non c’è modo di vedere gli articoli in ordine cronologico, o almeno credo. Posso solo andare alle categorie, ma in che categoria è il Liebster Award?

      "Mi piace"

  1. È da un po’ che non mi capitava un Liebster (tra l’altro, un tempo aveva un limite di follower, limite che ho superato di recente, ma risponderò lo stesso, il prima possibile) 😉
    Un paio di domande sono toste, dovrò rifletterci accuratamente.

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Conte! Sì c’era un limite di 200 follouhé-uhé, ma non è – come direbbero i giuristi – “norma cogente”. Quindo non trovare scuse e cavilli, muovi le dita sulla tastiera che voglio vedere che cosa ne tiri fuori.Per la serie “non sono di quelli armamoci e partite”: non so da dove inziaire che sono anni che Santagantonio non mi fa più visita, ma io farò altrettanto. 😉

      Piace a 2 people

  2. Uheila’! Grazie per l’unzione di SantagAntonio! Era parecchio che non ricevevo un “nominata”. Prendo nota e rispondo, spero in tempi brevi. Se non vedi risposte in tempi decenti, batti pure un colpo. Ti avviso che andrò contro le regole: non farò altre domande e non nominerò altri blog. Le mie ultime tag-unzioni sono andate deserte. Miscredenti! 😜

    Piace a 1 persona

    1. Le regole le ho violate pure io, quindi non sarò certo io a protestare se lo farai! Io ho già messo le mani avanti scrivendo che non me la prendo se la gente non risponde (ma in realtà me la prendo tantissimo)… :–D

      Ti perseguirò fin quando non risponderai! :–)

      Piace a 2 people

      1. Ah certo ci sono rimasto male anche io quando ho “nominato” e nemmeno un cenno di cortese rifiuto. Perciò metti in atto una vera e propria persecuzione nei miei confronti se non rispondo alla tua nominescion!

        Piace a 1 persona

  3. Grazie per la nomina! ma wordpress non ha fatto il suo lavoro e non ho rivevuto la notifica 😆 (ringrazio il Conte per la segnalazione), forse il link non funziona bene.
    Ultimamente tendo a non partecipare a queste iniziative ma trovo interessanti le domande poste e farò uno strappo alla regola e risponderò volentieri 😉

    Piace a 2 people

  4. Le domande mi piacciono molto, quindi mi permetto di rispondere anche se non sono tra i nominati.

    Prodotti artistici o prodotti industriali? Arte di consumo o Arte pura? Dicotomie impossibili: ti senti di prendere parte in questa diatriba o prendi quello che passa…?
    In ambito cinematografico per arte pura si intendono i film d’autore, e io li detesto. In ambito letterario sono disponibile a prendere in mano romanzi più impegnativi dell’ultimo libro di Enrico Brizzi, ma tra un suo romanzo e uno di Jane Austen preferisco il primo tutta la vita.

    Ti senti più un tipo nordico o mediterraneo?
    Essendo per metà inglese, questa domanda è un bel dilemma per me. Diciamo che sono più freddo di molti italiani e non sopporto alcune cose per cui loro vanno pazzi (come il contatto fisico ad esempio), ma apprezzo di più i mediterranei rispetto ai nordici.

    Preferisci le cose che si sentono o le cose che si vedono?
    Sicuramente le cose che si vedono. Ad esempio, se non so come passare 2 ore tra un film e una playlist di canzoni preferisco di gran lunga il primo.

    Ti inondi nei social? Ti mantieni distante? Li rifiuti?
    I social consistono nel prendere la propria vita privata e gettarla in pasto ai propri followers. Essendo molto attaccato alla mia privacy, la cosa mi fa ribrezzo.

    Hai un criterio di organizzazione del blog?
    L’unica regola che mi sono dato è pubblicare almeno un post al mese: se rimanessi per un intero mese senza pubblicare i miei lettori penserebbero che ho abbandonato il blog, e molti di loro li avrei persi per sempre.

    Programmi molto i tuoi post o “pubblichi” a istinto quando capita?
    Ci sono dei post che ho scritto di getto e poi non ho più toccato, perché ho capito subito che mi erano venuti bene alla prima. Ci sono altri post che invece ho riscritto mille volte prima di pubblicarli, perché avevo intuito che c’erano delle parti deboli da migliorare o delle parti inutili da tagliare.

    Come ti approcci alle tematiche femministe?
    Dipende. Se si tratta di un femminismo radicale che criminalizza l’uomo in quanto uomo e si pone in una posizione di antagonismo a prescindere nei suoi confronti, allora non mi sta bene; se invece si tratta di un femminismo intelligente che ha come obiettivo quello di migliorare la condizione femminile, allora lo appoggio in pieno.

    Rapporto con la TV: la guardi? e se sì cosa guardi?
    La sera passo da un canale all’altro alla ricerca del programma più noioso possibile, così a forza di vederlo mi addormento più facilmente. Il programma ideale sono le televendite, perché ripetono mille volte le stesse identiche frasi (Solo per oggi, Meno di un caffè al giorno eccetera), e quindi alla millesima volta che ti senti ripetere la stessa cosa ti viene sonno per forza. Talvolta guardo anche qualche programma trash, perché li trovo involontariamente comici.

    A livello musicale sei da oggetto (compri CD, vinili ecc.) o vivi bene anche i file?
    Vivo benissimo anche i files.

    Ti consideri un eterno bambino o preferisci essere adulto?
    Non mi considero affatto un immaturo.

    Sei ordinato o disordinato? Riesci a spiegare la tua posizione in proposito?
    Sono ordinato perché visivamente il disordine mi dà fastidio, e anche perché vado nel panico quando non trovo qualcosa di cui ho bisogno: se sei ordinato, questa situazione ti capita più raramente.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...