The X-Files – S03E17, Il persuasore

Pusher (Il persuasore) è un ottimo episodio scritto da Vince Gilligan, il creatore di Breaking Bad, che riuscì a lavorare a The X-Files essendone prima un fan e poi riuscendo ad attirare l’attenzione di Chris Carter con il copione di Luci diffuse, della seconda stagione. Questo è il suo primo episodio scritto da facente parte dello staff della serie ed è uno stand-alone (monster-of-the-week) su un serial killer particolare che riesce semplicemente a convincere le proprie vittime a suicidarsi semplicemente parlando con loro.

Come ci riesce? Né Mulder Scully riescono a capirlo a pieno, ma entrambi sono convintissimi della sua colpevolezza. L’assassino, Robert Patrick Modell, ha il volto rassicurante di Robert Wisden. Si fa chiamare Pusher in quello che è un rimando al libro Firestarter di Stephen King, e ha sviluppato questo incredibile potere di persuasione in seguito allo sviluppo di un tumore al cervello. Non avendo niente da perdere, si diverte a compiere crimini per giocare al gatto col topo prima con l’agente Burst (Vic Polizos), e poi con Mulder e Scully.

Gli omicidi di Modell sono molto inquietanti, tra l’agente Collins (Steve Bacic) convinto ad autoimmolarsi e l’agente Burst a cui viene provocato un arresto cardiaco fatale. Particolarmente interessante la frase dell’assassino che sostiene che le vittime si siano uccise da sole, come a sottolineare una responsabilità per esempio di Burst nel non essersi preso cura del suo fisico in tanti anni fino a provocarsi problemi circolatori, per esempio. Quindi Modell non fa altro che riconoscere problemi esistenti dando una piccola spinta che provoca qualcosa che sarebbe avvenuto ugualmente? Forse è solo una bugia dell’assassino, ma dà comunque da pensare… 

Gilligan riempie il suo episodio di momenti intensi tra Mulder e Scully: lei che si addormenta sulla spalla di lui in macchina, gli sguardi tra i due prima che Mulder entri nell’ospedale a fronteggiare Modell, il loro prendersi mano nella mano dopo essere sopravvissuti alla roulette russa finale… E non sono gli unici momenti da ricordare! Naturalmente il picco di tensione lo si raggiunge con la roulette russa in cui Modell riesce a prevalere sulla volontà di Mulder, almeno inizialmente (tanto che quest’ultimo preme il grilletto della pistola puntata alla sua tempia), ma quando è il momento di sparare a Scully le parole di lei (e quella lacrima che scende dal suo occhio sinistro) lo convincono a sparare a Modell

Personalmente, ho provato seri brividi anche alla rivelazione che il tumore di Modell fosse curabile ma che lui avesse scelto di non farsi operare perché, dopo una vita mediocre, nonostante il suo egocentrismo, si sentiva finalmente qualcuno di importante e potente. Mi ha colpito molto questo profilo psicologico del personaggio, l’ho trovato realistico pur se calato in un contesto di fantasia. Rimpiazzando il potere di Modell con una semplice arma da fuoco, forse il personaggio è fin troppo simile ai molti folli che compiono stragi in nome di ideologie di cui si sentono assurdamente difensori (un esempio recente può essere Anders Breivik). 

Insomma, grandissimo episodio davvero questo Il persuasore che non fa rimpiangere il ritorno alla routine dei monster-of-the-week dopo il fantastico doppio episodio L’ufo degli abissi (I e II). Da buon rocker, io ho apprezzato parecchio anche il cameo di Dave Grohl e moglie che entrano nel quartier generale dell’FBI subito dietro a Modell! Si vedono sullo schermo per solo un secondo, ma se ci fate caso li vedrete anche voi! La connessione tra i Foo Fighters e la serie continuerà con l’uso di Walking After You nel film dei The X-Files del 1998, due anni dopo la messa in onda di Pusher. Ciao! 

PS: certo che Skinner le prende proprio da tutti, stavolta pura dalla minuta agente Holly Patton (Julia Arkos).

PPS: e non perdetevi né le considerazioni di Lucius su Non quel Marlowe sul tema dell’episodio, né questa sua splendida analisi su Il Zinefilo che si concentra sulla scena in cui in un televisore si vedono le immagini di Svengali (1931), un film sconosciuto ai più in Italia e che tratta proprio di un uomo capace di imporre la propria volontà sugli altri col semplice sguardo! 


Episodio precedente: L’ufo degli Abissi II

Episodio successivo: L’urna maledetta


19 risposte a "The X-Files – S03E17, Il persuasore"

  1. Credo sia il primo episodio di X-Files che ho visto per l’iniziativa “X-Lucius”, segnalatomi da Vasquez, e devo dire che m’è anche piaciucchiato, con il suo sotto-testo memetico. (Riferito a quando i memi erano cose serie, e non le stupidate di internet.)
    Mi permetto di segnalare il post di X-Lucius dedicato interamente a questo episodio 😉

    Piace a 2 people

    1. Confermo quanto detto da Lucius lassù: questo è stato il primo episodio che gli è toccato sorbirsi per pagare pegno 😛
      Ce n’è voluto, ma alla fine si è trovato agganciato, così come successe a noi fan di vecchia data. E ne è valsa decisamente la pena!

      L’episodio mi piace da morire, rimasi appesa alla sedia per tutta la durata della roulette russa! La seconda parte però forse forse mi piace di più (e qui mi attirerò le ire dell’Etrusco 😜)

      Piace a 2 people

      1. Ormai mi sono arreso, la mia assensa di entusiasmo e a volte addirittura una punta di fastidio (quando partono gli spiegoni scientifici che di scienetifico non hanno nulla!) non giustificano la mia assuefazione al mio episodio quotidiano, che mi manca se non riesco a vederlo! Come si fa a NON amare una serie che però si vuole costantemente vedere? 😀
        Stamattina ho beccato pure la comparsata di Lance Henriksen, quarto “attore alieno” ad apparire in “X-Files”. In realtà essendo sempre casa Fox mi aspettavo molti più attori alieni nella serie, ma essendo i film di Alien girati in Inghilterra la maggior parte degli attori rimane là e non viaggiava per Canada e California.

        Piace a 2 people

      2. Sei stata una Pusher micidiale, hai convinto Lucius a vedere qualcosa che odia… e forse lo hai quasi convinto che gli piaccia! X–D

        Tesissima la seconda parte, concordo, anche se per costruzione della serie è difficile credere che uno dei due protagonisti possa realmente morire…

        Piace a 1 persona

      3. Forse mi sono spiegata male: con “seconda parte” intendevo l’episodio 5×08 “Kitsunegari”, che è la seconda parte di questo, non dico altro che ho già spoilerato troppo.
        Così come non dico nulla sull’episodio con Frank Black…ahem…volevo dire col mitico Lance 😛

        Piace a 1 persona

  2. Sì, forse Modell mente. Ma, del resto, la verità che alla fine si scopre su di lui non lo rende meno biasimevole delle sue vittime: se queste vengono ritenute responsabili, con la loro condotta di vita, di aver “incoraggiato” l’esito fatale dei suoi poteri (che sarebbero morte comunque rimane tutto da dimostrare, ovviamente), di certo nessuna morale in tal senso potrebbe mai venire da lui, altrettanto responsabile di non essersi mai preso cura del proprio corpo e per incoraggiare SCIENTEMENTE un tumore, oltretutto, al fine di mantenere intatta una posizione di potere.
    Ottimo episodio, dai camei di lusso e con i nostri due agenti prediletti coinvolti in una roulette russa impossibile da dimenticare. Poi, quando sarà il momento di “Kitsunegari” (e qui mi fermo anch’io)… 😉

    Piace a 2 people

    1. Anche te ti dai agli spoiler! :–P

      No no, so che da te non ho niente da temere, che mi hai già accompagnato in altri lunghi viaggi multi-stagionali. :–)

      Hai ragione su Modell che reputa responsabili di colpe gli altri quando dovrebbe solo guardarsi allo specchio! Un cattivo niente male, direi… e a quanto ho capito tornerà: sarò qui ad aspettarlo!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...